Mbt Afla Black

Alberto Del Biondi Industria Del Design reinterpreta la classica city bike senza raggi e senza catena, trasformandola in un vero e proprio del desiderio dal design essenziale e accattivante e dalla tecnologia all La bici realizzata da Alberto Del Biondi Industria Del Design presenta una struttura alleggerita grazie ai materiali impiegati e all di alcuni elementi caratteristici come raggi e catena. Il telaio custom è realizzato in carbonio, leggerissimo e resistente, e nivacrom, una lega in acciaio anch particolarmente leggera. La combinazione consente di ottenere una bici il cui peso oscilla tra i 5 e i 6 kg.

Ich beschftige mich momentan intensiv mit der Rational Emotive Verhaltenstherapie (REVT) nach Albert Ellis. Hierbei handelt es sich um eine kognitive Verhaltenstherpaie, die bereits in den 50er Jahren entwickelt wurde und heute mit groem Erfolg weltweit angewandt wird. Verhaltenstherapien.

Il visore, montato sul tetto della torretta, ha una rotazione di 360 gradi, ed un da 10 a +60 gradi. Il sistema di trasmissione automatica, prodotto su licenza della compagnia tedesca ZF, ha quattro marce avanti e due indietro, e incorpora il sistema di sterzata e il ritardatore idraulico. Il sistema di trazione è concepito su sette doppie ruote stradali a profili gommati, più quattro rulli di richiamo su ogni lato, con cingoli a doppio perno disegnati dalla tedesca Diehl.

E ci racconta l’arte contemporanea, ma soprattutto la luce delle cose inorganiche, dimenticate, tutto ciò che un tempo ha palpitato e ora sembra privo di vita. Ma non è così. La manifestazione ha inaugurato una libreria interamente dedicata alla quinta musa (in via Torricella).

L del lusso quest fa rima con punk (tendente al fetish), un di multi listini in gros grain, fasce, archi metallici e anelli che s sul collo del piede come una maschera per enfatizzarne le linee. Risultato? Anche la pi impeccabile delle d indossa manette in metallo e chiave passe partout per aprire la zip (di Jimmy Choo), mentre pugnali argentati, simbolo di carattere e fierezza, avvolgono i polacchini in camoscio nero che poggiano su spilli vertiginosi, ultimo estro di Cesare Paciotti che si ispirato a Lady G, alias la regina Ginevra di Camelot. Come dire: si cammina sulle favole.

Scendeva da casa la mattina presto per avere un posto in prima fila difronte al mare. Altrimenti un posto si sarebbe comunque trovato anche andando in spiaggia alle 10/11 però adattandosi. Comunque, tolti i giorni di bora nei quali il mare era impetuoso, è stata una vacanza davvero speciale.

Lascia un commento