Mbt Mahuta Aqua

All’epoca della guerra in Corea, la classificazione era riferita al peso. Nell’ambito della NATO, i carri leggeri arrivavano a 25 t, i medi a 50 t e i pesanti oltre le 50 t. I criteri dei paesi dell’Europa orientale non differivano granché. Il dado era tratto, dunque: la Kungliga Arméfrvaltningens Tygavdelning (Amministrazione Reale Svedese delle Risorse di Guerra) stanziò verso la metà degli anni ’50 i fondi per valutare la fattibilità di due progetti per mezzi corazzati da schierare ai suoi confini: l’ipotesi A (angloamericana) per firmare una fornitura da parte di Stati Uniti o Inghilterra per l’opportunità selezionata tra i loro carri di quell’era, dei giganti estremamente poco mobili, potenti e dal peso di circa 50 tonnellate, oppure un’ipotesi T (tedesco francese) per procurarsi in gran numero la prima generazione di remoti antenati del carro Leopard, dei veicoli da 30 tonnellate con buona corazzatura ma cannoni dal calibro comparativamente ridotto. Ad essere scelta a sorpresa, soltanto l’anno dopo l’inizio degli appalti, fu una terza strada che vedeva la produzione interna di un carro radicalmente diverso, denominato l’ipotesi S (Svedese) dal peso mediano di 39 tonnellate. Esso fu lo Stridsvagn 103 di Sven Berge, dove il 3 andava ad identificare la sua natura di terzo carro svedese con cannone da 10 cm di calibro.

L’attività aerobica abbatte il livello di colesterolo e aiuta a mantenere il peso costante. Due fattori che sono tra i primi indici di invecchiamento precoce spiega Gianni Michelin, preparatore atletico e titolare del centro benessere Bodyguard di Villesse (Gorizia). Non occorre andar forte, basta una camminata veloce, di 40 minuti tre volte alla settimana.

Ispessimento tessuti molli parameniscali con segnale tipo fluido tipo cisti parameniscale spessore max. 4 5 mm. Segni di lieve iperpressione rotulea interna con esile componente edematosa subcorticale in corrispondenza nel versante femorale e rotuleo.

Leggi anche Tipologie di memoriaMEMORIA SENSORIALE: TIPI DI MEMORIA La memoria sensoriale. Trattiene per pochi attimi un quantit di informazioni e rende possibile la percezione della realt Ha caratteristiche diverse a seconda dei sensi coinvolti. La memoria sensoriale visiva, chiamata iconica un tipo particolare di memoria di cui generalmente non siamo consapevoli e ci permette di ricordare cose o immagini viste anche per pochi istanti.La memoria sensoriale uditiva, chiamata ecoica dura circa due secondi e ha un fondamentale nella comprensione del linguaggio verbale.

Lascia un commento