New Russian Mbt T14

Studiata per ingaggiare i moderni MBT (con protezioni avanzate), la testata ha un diametro di 110 mm ed è in grado di perforare oltre 700 mm di acciaio omogeneo. Più recentemente, nel 1997, è stata realizzata una testata con cariche in tandem (la prima fa attivare le corazze reattive e la seconda, principale, penetra nel varco creatosi). Questa arma è anche flessibile, in quanto sono disponibili anche testate a frammentazione, illuminanti e fumogene.

La Resistenza ha rappresentato una vera e propria “rivoluzione sociale” per il ruolo da protagonista delle donne che, per la prima volta, hanno deciso di partecipare a un momento decisivo della storia italiana. E’ con la Resistenza che il movimento di emancipazione femminile si afferma nel nostro paese. L’evento prevede l’esposizione delle sessanta tavole del graphic novel “Bruna e Adele 70 anni dopo”, realizzato dal fumettista Reno Ammendolea con la collaborazione di Marsia Modola per la sceneggiatura.

Il team ha analizzato la progressione di alimentazione nel periodo compreso tra la dimissione dall iniziale dopo la procedura di Norwood fino alla presentazione per la seconda fase di un intervento chirurgico, la procedura di Glenn. Vi erano 24 bambini nello studio, 10 dei quali famiglie hanno ricevuto istruzioni standard di alimentazione, e 13 che sono stati sottoposti al protocollo FAP. Il FAP ha aumentato significativamente il tasso a cui i bambini la transizione a prendere pieno feeds orale, anche se non c alcuna differenza nel tasso di aumento di peso tra i due gruppi.

Un team guidato da Eric Graham, MD, alla Medical University of South Carolina, condotto in doppio cieco randomizzato e controllato di 76 neonati che avevano intervento chirurgico al cuore che richiedono bypass cardiopolmonare. La studio ha confrontato l della terapia preoperatoria con glucocorticoidi (Metilprednisolone 8 ore prima dell chirurgico e durante l in 39 pazienti) con lo standard singola dose d (intraoperatoria Metilprednisolone solo, in 37 pazienti). Anche se i marcatori infiammatori caduto prima della chirurgia nei due dosi di gruppo, questo gruppo non ha avuto esiti clinici migliori dopo l di una dose singola di gruppo.

Il veicolo poteva dunque raggiungere i 60 Km/h e ne aveva 390 d’autonomia, superando sotto entrambi gli aspetti il suo principale avversario coévo, il pur ottimo T 62 russo. Ma la cosa più incredibile era la maniera in cui esso poteva modificare la mira verticale del cannone: non alzandolo ed abbassandolo, come qualsiasi altro mezzo simile venuto prima di lui, ma letteralmente inclinando l’intero mezzo, grazie ad un sistema di sospensioni idrauliche comandate a distanza. Ciò gli permetteva, dunque, non soltanto di avere un arco di tiro verso il basso (gun depression) straordinariamente performante, ma soprattutto di far fuoco sul tipico terreno montagnoso svedese senza esporsi più di tanto, cosa che avrebbero dovuto fare invece le ipotetiche forze d’invasione nemiche.

Lascia un commento